Array
 

PARCO DELLE STELLE Ed.ne 2018

PLANETARIO DI LOIANO 2018

PLANETARIO DIGITALE MOBILE

SCUOLA LE NOSTRE ATTIVITA'

Calendario eventi Sofos

<<  Aprile 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

I nostri filmati

Newsletter eventi

Partner Scientifici

Partner Istituzionali

 

Work in progress...

Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

 

Da sempre Sofos è attivamente impegnata per le scuole - e nelle scuole - di ogni ordine e grado, con un variegato programma di attività nell’ambito della Fisica e dell’Astronomia.

Alle classiche attività laboratoriali e in cupola (planetario digitale), da quest’anno la nostra associazione

propone un nuovo strumento divulgativo: la realtà virtuale, una tra le tecniche più all’avanguardia – nonché tra le più efficaci – nell’ambito della divulgazione scientifica.

Sofos propone tre progetti, con full immersion nella realtà 3D. Un’esperienza unica nel suo genere, affascinante e, allo stesso tempo, altamente formativa. Si tratta di una breve ma intensa attività in uno spazio virtuale, in cui l’utente può osservare liberamente diversi scenari con una visuale a 360°.

L’accesso a questo mondo digitale è reso possibile dai visori sviluppati appositamente per “vivere” all’interno dell’ambiente ricostruito. L’esperienza risulta quindi essere immersiva, grazie al fatto che la panoramica simulata è tridimensionale e agli occhi dello spettatore appare come reale.

Scarica qui il catalogo dei nostri progetti educativi 2019/2020.
   

   

News astronomica del mese

Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

Marzo 2020 - MAI COSì VICINI AL SOLE

Gli scienziati hanno appena pubblicato i primi risultati dell’analisi dei dati raccolti dalla Parker Solar Probe, una missione spaziale che si pone l’obiettivo ambizioso di "toccare" il Sole. La sonda, lanciata dalla Nasa nell'agosto 2018, ha già fatto alcuni giri attorno alla nostra stella; strada facendo, ha raccolto dati che stanno portando a novità sorprendenti sull'atmosfera esterna del Sole, sul vento solare e sui campi magnetici solari.

La sonda Parker è stata realizzata con l’obiettivo di investigare sui tanti misteri ancora irrisolti della nostra stella e, in particolare, sui due quesiti che maggiormente tormentano gli esperti: come mai la corona è così calda – milioni di gradi, rispetto alle poche migliaia di gradi della superficie solare – e come il vento solare viene generato e spinto nello spazio.

Nel corso dei prossimi anni, la sonda – progettata per resistere alle altissime temperature – si “getterà” più volte sul Sole, avvicinandosi ad esso come mai nessun altro veicolo spaziale ha fatto fino ad oggi. Sarà così vicina da volare attraverso la corona, la parte più esterna dell'atmosfera del Sole, visibile durante un'eclissi totale sotto forma di alone perlaceo striato.
   

La fisica di tutti i giorni

Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

Marzo 2020 - LA FISICA DEL NASTRO ADESIVO

A tutti sarà capitato di sentire il rumore stridente del nastro da imballaggio quando viene staccato dalla superficie di una scatola, oppure di sperimentare la frustrazione di non riuscire a rimuovere completamente un’etichetta adesiva appiccicata su un nuovo acquisto. Ciò che si osserva in entrambi i casi, quando l’estremità libera dell’adesivo viene tirata verso l’alto per indurne il distaccamento, è un tipico movimento a scatti. Questo comportamento, all’apparenza trascurabile e da molti ignorato, è in realtà oggetto di studio da parte dei fisici e la sua comprensione potrebbe avere degli interessanti risvolti in campo tecnologico.

Il risultato più interessante dello studio è che questo distaccamento a scatti si presenta anche a livello microscopico. I ricercatori hanno catturato questo fenomeno utilizzando una telecamera ad alta velocità e risoluzione microscopica, filmando 300.000 fotogrammi al secondo. Ciò che si osserva è il nastro che si stacca dalla superficie in una serie di minuscole linee perpendicolari alla direzione di distaccamento, generate con una velocità elevatissima, fino a 3200 km/h, più del doppio della velocità del suono. La distanza media tra ciascuna linea è circa la larghezza di un singolo capello umano.

L’esperimento è stato eseguito più volte utilizzando nastri con diversi spessori, pesi e lunghezze, staccandoli da diverse angolazioni e con velocità diverse. Così facendo, è stata trovata una relazione matematica che lega queste variabili alle caratteristiche delle linee di distaccamento, ovvero la loro distanza reciproca e la velocità di generazione – che, a loro volta, determinano la sonorità del suono emesso –.

In futuro, questo modello matematico potrebbe aiutare gli ingegneri a creare nastri adesivi ad hoc per applicazioni specifiche, ad esempio nastri che si staccano in modo più continuativo e silenzioso. Lo studio potrebbe anche far luce sulla fisica dei cosiddetti “processi di frattura rapida”, come quelli che si verificano nella propagazione dei terremoti.

   

Protezione dati acquisiti dalla nostra associazione

Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

Ai sensi dell'art. 37, par. 7 del Regolamento (UE) 2016/679 - GDPR, si comunicano di seguito i contatti del Titolare del trattamento dei dati conservati presso la sede operativa della nostra associazione.

- Nominativo titolare: Sofos SPA
- Cellulare: 347/0951016
- E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
- PEC: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.