News_astro_fisica - Sofos APS - Divulgazione delle scienze

Logo Sofos (sfondo grigio)
Vai ai contenuti
[ FISICA ] L'ANTIMATERIA ALIENA CADUTA TRA I GHIACCI
Il neutrino è la più misteriosa delle particelle subatomiche elementari. Dopo essere stata considerata per lungo tempo priva di massa, solo negli ultimi anni alcuni esperimenti hanno mostrato che ha una massa circa un milione di volte inferiore a quella dell'elettrone. La sua carica elettrica è nulla. Tutte queste caratteristiche la rendono una particella estremamente elusiva e difficile da osservare quando interagisce con la materia. I fisici, che da anni indagano sulla sua misteriosa natura, l’anno ribattezzata particella fantasma.
Gli esperimenti che indagano sul neutrino sono numerosi, a livello internazionale. In Italia, i più noti si trovano presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso (LNGS), facenti capo all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN); gli apparati sperimentali rappresentano un laboratorio unico al mondo, realizzato a 1.400 metri di profondità, nel bel mezzo del massiccio del Gran Sasso.
Un altro rivelatore di neutrini cosmici particolarmente interessante è l’IceCube Neutrino Detector (ICND), realizzato presso un osservatorio scientifico nel Polo Sud e sepolto nei ghiacci a circa due chilometri di profondità. E proprio da qui arriva un’importante novità. A dicembre 2021, dopo anni di analisi e conferma dei dati, gli astrofisici hanno comunicato che nel 2016 l’ICND ha rilevato un segnale insolito. Questo segnale suggerisce che un antineutrino – originato al di fuori della nostra galassia – dopo aver attraversato lo spazio e il tempo ha finito la sua corsa nei ghiacci dell’Antartide, dove si è trasformato in una pioggia di particelle.
Secondo il Modello Standard della fisica delle particelle, ogni tipo conosciuto di particella ha una controparte di antimateria. Più di 60 anni fa, il futuro premio Nobel Sheldon Glashow predisse che se un antineutrino – l’antiparticella del neutrino – entrasse in collisione con un elettrone, potrebbe produrre una cascata di altre particelle. Il rilevamento di IceCube è la prova della previsione di Glashow: un “pezzetto” di antimateria aliena è caduto sulla Terra, un fenomeno estremamente difficile da rilevare.
[ ASTRONOMIA ] ALLA RICERCA DEL PIANETA 9
Il Sistema solare ha otto pianeti. Nel 2006, gli astronomi hanno declassato Plutone da pianeta a pianeta nano, la stessa classe che contiene Eris, Sedna, Quaoar, Ceres e forse molti altri piccoli corpi. A differenza dei pianeti, questi corpi minori non sono sufficientemente massicci da dominare gravitazionalmente l’ambiente circostante, ripulendolo dai detriti.
Da tempo gli astronomi si interrogano, tuttavia, circa l’esistenza di un ipotetico nono pianeta ancora sconosciuto, orbitante nella Nube di Oort, la gigantesca nuvola sferica di oggetti che inizia centinaia di unità astronomiche (UA) oltre il Sole e si estende verso l'esterno del Sistema solare.
L'idea di questo fantomatico Pianeta 9 assume ora un nuovo fascino grazie a dati recenti, che mostrano come i parametri orbitali di alcuni piccoli corpi oltre l’orbita di Nettuno sembrano essere influenzati dalla gravità di un oggetto di grosse dimensioni. Secondo le stime, questo oggetto avrebbe dimensioni pari a circa 5-10 masse terrestri e orbiterebbe a circa 400-800 UA dal sole. Per quanto grande, un pianeta a questa distanza sarebbe estremamente difficile da individuare, anche con i più potenti telescopi ottici. L’obiettivo degli astronomi è quindi quello di scansionare il cielo con strumenti in grado di “vedere” oltre le lunghezze d’onda dell’ottico. Per il momento, il Pianeta 9 resta ancora un mistero.
Associazione per la divulgazione
delle scienze
__________________________
Via San Donato, 149
40127 Bologna
COPYRIGHT 2020 © SOFOS APS (by Fabio Stefanelli)
Tutti i diritti riservati - Codice Fiscale e Partita IVA 02657291205 - Sede Legale: Via San Donato 149 , 40127 Bologna - Cell.: 347/0951016 - info@sofosdivulgazionedellescienze.it
logo_sofos_2020_grigio.png
COPYRIGHT 2020 © SOFOS APS
Tutti i diritti riservati - Codice Fiscale e Partita IVA 02657291205 - Sede Legale: Via San Donato 149 , 40127 Bologna
Cell.: 347/0951016 - info@sofosdivulgazionedellescienze.it
SOFOS APS - ASSOCIAZIONE PER LA DIVULGAZIONE DELLE SCIENZE
DAL 2006 PORTIAMO LA SCIENZA IN MEZZO A VOI,
CON PREFESSIONALITÀ E PASSIONE IN TUTTO CIÒ CHE VI PROPONIAMO.
Torna ai contenuti