Array
 

News astronomica del mese

Attenzione: apre in una nuova finestra. | Stampa |

Marzo 2019 - PRESTO UNA MAPPA 3D DELLA VIA LATTEA

Spesso si dice che l’astronomia sia la branca più antica della scienza. In effetti, sin dall’antichità l’uomo ha osservato il cielo, ha catalogato gli oggetti che lo popolavano e ha distinto le stelle fisse da quelli che definiva “oggetti vagabondi”, i pianeti. Nel corso dei millenni, l’astronomia ha fatto passi da gigante, ma, sorprendentemente, alcune questioni basilari restano ancora aperte: dove sono esattamente le stelle? dove, nel grande schema dell’universo, si trova la Terra? qual è la forma e la struttura della galassia che ci ospita?

Allo scopo di investigare queste questioni, nel 2013 l’ESA (European Space Agency) ha inviato nello spazio Gaia, un satellite che svolgerà una missione astrometrica e invierà a Terra dati ad altissima precisione su oltre un miliardo di stelle. L’obiettivo finale, estremamente ambizioso, è una mappatura 3D della Via Lattea.

La fase osservativa di Gaia terminerà a fine 2019 e l'analisi finale dei dati proseguirà ancora per diversi anni dopo; ma, a settembre 2015, il team scientifico di Gaia ha rilasciato un primo round di dati i cui risultati stanno già cambiando la prospettiva che gli astronomi hanno della nostra galassia.